Mauritius

“È in noi che i paesaggi hanno paesaggio. Perciò se li immagino li creo; se li creo esistono; se esistono li vedo. […] La vita è ciò che facciamo di essa. I viaggi sono i viaggiatori. Ciò che vediamo non è ciò che vediamo, ma ciò che siamo.” Fernando Pessoa

Mauritius: il mio primo viaggio lungo, un volo durato tredici ore, in cui non abbiamo chiuso occhio per l’agitazione. Io e Manuel, il mio primo fidanzatino. Un viaggio pieno d’amore giovanile.

Un’isola in mezzo all’Oceano Indiano, un mondo a se, popolato da persone felici e gentili. Un modo di vivere diverso dal nostro: sono poveri, ma si accontentano di quello che hanno e affrontano la vita con il sorriso sulle labbra.

Un’isola dai mille PROFUMI e duemila COLORI, dove si trovano montagne di un verde acceso, un mare di un blu intenso e lunghe spiagge bianche. Un villaggio composto da piccole casette colorate, situate direttamente sulla spiaggia, immensa, da cui, ogni sera si può ammirare un TRAMONTO FAVOLOSO!

Abbiamo esplorato l’isola a modo nostro. Con un taxista del posto abbiamo avuto modo di ammirare delle cascate altissime, le cascate di Charamel e le famose terre dai sette colori. Uno spettacolo della natura.

Abbiamo vissuto un’avventura in quad nel Casela Park, una foresta piena di animali selvatici.

Abbiamo noleggiato uno scooter e, senza guide, siamo arrivati fino alla capitale, Port Louis, una piccola cittadina dove si vive nel degrado e abbiamo visitato il giardino botanico di Pamplemousse, immenso con variegate specie di piante e fiori.

A fine giornata, nel tornare al villaggio, ci siamo pure persi! C’era buio ed eravamo un pochino spaventati. Ma qui non devi avere paura degli sconosciuti: un uomo GENTILISSIMO ci ha indicato la via del ritorno e siamo arrivati a destinazione sani e salvi!

Infine, con un’agenzia locale, siamo andati all’ISOLA DEI CERVI: acqua cristallina, sabbia bianca, rocce vulcaniche completamente nere e molta vegetazione. Per pranzo, un tavolino e due sedie nella sabbia, pesce appena pescato , uccellini colorati, natura e amore. Cosa Desiderare di più?

E’ stato il mio primo viaggio lontano, in un altro continente e per questo occupa un posto speciale nel mio cuore perchè da quel momento ho preso il via verso nuovi orizzonti e non mi sono ancora fermata. E non intendo farlo! 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *