La magia dei parchi americani

E’ vero, gli Stati Uniti non sono contraddistinti da una cultura affascinante e profonda come un po’ tutto il continente asiatico o il più vicino Sud America, ma di affascinante hanno qualcos’altro: gli spazi naturali immensi e i parchi nazionali caratterizzati da canyon profondi e colorati o distese di dune di sabbia o foreste con alberi altissimi.

La natura selvaggia ne fa da padrona e il modo migliore per scoprire queste meraviglie è noleggiare un’auto ed esplorare.

Vi accompagneranno sensazioni uniche, tra commozione e stupore, eccitazione e meraviglia,  emozioni sicuramente indelebili.

WHITE SANDS NATIONAL MONUMENT

Siamo in New Mexico.

Distese di dune bianche, sabbia che brilla, il sole che tramonta e una pace fantastica. ❤

Curiosità: Il White Sands National Monument si trova nel bel mezzo del Tularosa Basin ed è palcoscenico di uno strano fenomeno naturale, visto che le bianchissime dune sono in realtà di gesso e il gesso, generalmente, è solubile in acqua. Perché dunque, nell’area desertica di White Sands, il gesso rimane in cristalli? Il motivo è presto detto: il Tularosa Basin è una conca endoreica, ovvero una depressione che funge da bacino acquifero senza emissari: l’acqua piovana si raccoglie dunque al suo interno senza defluire verso il mare e, con l’azione del vento e ad effetto dei climi aridi, si cristallizza in pozze, lasciando poi residui di gesso in forma di sabbia, che viene continuamente soffiata via dal vento e depositata su tutta l’area del parco, formando appunto le dune. 

DEATH VALLEY NATIONAL PARK

Il parco nazionale più caldo, più secco e più basso del Nord America.

Si trova nello stato della California, a Nord della famigerata Las Vegas ed occupa una zona davvero ampia. Il percorso si svolge in auto e sono presenti numerosi punti di interesse dove si può ammirare paesaggi sconfinati io fare trekking in mezzo alle montagne rocciose.

Attenzione al periodo in cui si visita perchè durante l’estate le temperature sono altissime e non ci sono zone d’ombra. Munirsi sempre di acqua da bere e controllare di avere un buon pieno di benzina, all’interno del parco non si può fare rifornimento.

Da non perdere:

  • ZABRISKIE POINT: sembra di ammirare delle montagne morbidissime, vorresti saltarci sopra o rotolare ma in realtà è soltanto un effetto, causato dall’origine di questo territorio: sedimentaria, vulcanica e infine erosiva.

    Un film di Michelangelo Antonioni si chiama proprio Zabriskie Point, famoso per la scena finale in cui viene filmata un’esplosione usande diciassette cineprese contemporaneamente, dislocate in punti differenti.

  • BADWATER: è il punto più basso degli Stati Uniti, poiché raggiunge gli ottantasei metri sotto il livello del mare. E’ un vasto residuo salato dell’immenso lago preistorico Manly che un tempo ricopriva la valle.
  • ARTIST’S PALETTE: rocce colorate di giallo e di blu? Esistono in natura, senza nessun tocca dell’uomo. La “tavolozza del pittore” è costituita da montagne rocciose che presentano delle pareti colorate come un arcobaleno. E’ merito dell’ossidazione di diversi metalli presenti nel terreno. Si raggiunge percorrendo l’Artist’s drive, un percorso da fare in auto in mezzo a queste meraviglie, da toglierti il fiato, da farti chiedere “è tutto vero o stai vivendo un sogno?”. E’ pura realtà e pura MAGIA.

MONUMENT VALLEY

Simbolo tipico del far west americano, luogo in cui sono stati girati i grandi classici western americani, uno dei paesaggi più mozzafiato che abbia mai avuto la fortuna di ammirare.

Si tratta di una zona gestita dagli indiani della riserva Navajo e si trova in Arizona (attenzione al fuso orario tra Arizona e Utah!).

Percorrendo le infinite strade americane in mezzo al deserto ci si trova davanti ad uno spettacolo senza eguali.

Colori accesi, il contrasto tra il cielo azzurro terso e il rosso dei monoliti rocciosi è incredibile. Il parco è visitabile con l’auto; meglio un 4×4 a causa della strada sterrata ma noi ce l’abbiamo fatta anche con una piccola Toyota Yaris. E’ bastato procedere a velocità limitata e in questo modo ci siamo goduti appieno la meraviglia!

HORSESHOE BEND

Questo non è un vero e proprio parco, è il classico “point of view” ovvero un punto panoramico da dove si gode di una vista mozzafiato.

Si trova nella Glen Canyon National Ricreation Area, nel Nord dell’Arizona. Quest’area racchiude alcune tra le meraviglie del mondo dall’Antelope Canyon al Lake Powell e Horseshoe Bend è una di queste!

E’ un tratto del fiume Colorado, lo stesso che passa nel Grand Canyon, che girando attorno ad un enorme masso forma un ferro di cavallo e regala una vista mozzafiato. Il contrasto dei colori rosso fuoco della terra e verde acqua del fiume è stupefacente.

Si raggiunge tramite una camminata di una ventina di minuti (portatevi da bere perchè non c’è un filo d’ombra dove fare pause) e quando si arriva non si può che rimanere a bocca aperta.

Ci si trova davanti a uno strapiombo con un salto di oltre trecento metri d’altezza sul Colorado.

Uno spettacolo della natura senza nulla di artificiale che lo rovina. Solo voi e gli spazi sconfinati americani, è un’emozione indescrivibile.

Anche il tramonto è incredibile, noi siamo tornate per gustarcelo.

Birre e patatine, musica per isolarci dai turisti che ormai conoscono questo posto e affluiscono a frotte (cinque anni fa, la prima volta che ho avuto la fortuna di ammirarlo era quasi sconosciuto, tutta un’altra storia!).

ANTELOPE CANYON

L’Antelope Canyon è un canyon molto particolare chiamato anche slot canyon perchè, a differenza degli altri è stretto e con forme interne vertiginose ma liscie, create dal vento e dall’acqua nel corso dei secoli.

La luce entra solo dalla parte superiore che è aperta e i suoi fasci creano giochi di colore fantastici: tonalità cromatiche brillanti dal viola all’arancione e al rosso.

Si trova nella Glen Canyon National Ricreation Area, nel Nord dell’Arizona, vicino alla cittadina di Page, molto caratteristica.

Fa parte della riserva Navajo e per visitarlo bisogna prenotare la guida ad un certo orario della giornata. Si può prenotare anche in loco ma meglio farlo su internet nei giorni precedenti alla visita perchè altrimenti si rischia di non trovare posto nel momento migliore, ovvero l’ora di pranzo, quando i raggi del sole filtrano perpendicolarmente nel canyon creando fantastici effetti di luce.

Il prezzo è un po’ più alto rispetto agli altri parchi, si tratta di circa cinquanta dollari ma ne vale davvero la pena.

Si può decidere tra UPPER AC, il più accessibile e LOWER AC, con un accesso un po’ più impegnativo perchè si percorre in profondità ma suggestivo come il primo. Io mi sono innamorata di entrambi!

LAKE POWELL

Il Lake Powell è un lago artificiale che si protrae tra stretti canyon e copra un’area davvero vasta dall’Arizona allo Utah.

Ebbe origine dalla famosa Glen Canyon Dam, l’enorme diga ancora visitabile, ed è caratterizzato da un colore blu acceso che fa da contrasto ai colori caldi delle rocce che lo circondano.

Ci sono numerosi punti panoramici da cui godere di una fantastica visuale del fiume, dove rilassarsi, prendere il sole o fare un pic – nic.

Inoltre si può scegliere tra numerose arrività tra cui giri in barca o motoscafo, in modo da ammirare i canyon che circondano il lago da un’altra prospettiva.

Da non perdere albe e tramonti, super emozionanti!

Noi abbiamo soggiornato al Lake Powell Resort, situato proprio sul lago. Da provare una volta nella vita!

PETRIFIED FOREST NATIONAL PARK

Un panorama mozzafiato fatto di cielo azzurro e terreno dalle mille fasce di colori. Il fenomeno è reso possibile dai tanti minerali che permeano il terreno e offrono splendide tonalità di azzurro, giallo, viola, rosso e grigio. Un trionfo di colori che cambia a seconda dell’ora del giorno e che regala emozioni nuove in ogni angolo. Sembra di essere su un pianeta extraterrestre.

SAGUARO NATIONAL PARK

Tucson, in Arizona, è la casa dei più grandi cactus della nazione. Queste magnifiche piante sono protette nel Saguaro National Park. 
Qui avrai la chance di vedere questi enormi cactus, contornati da un paesaggio desertico spettacolare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *